Codice dei Contratti

Decreto “Sblocca Cantieri”: tutte le novità per il mondo del Procurement

Pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il Decreto Sblocca Cantieri.

Decreto Sblocca Cantieri 

Tante le modifiche al Codice dei Contratti Pubblici, tra cui:

  • l’innalzamento da 150.00 a 200.000 euro della soglia che permette di affidare direttamente i lavori con procedura negoziata e invito ad almeno tre operatori, senza bandire la gara
  • l’innalzamento dal 30 al 50% della soglia, calcolata sull’importo complessivo del contratto, per affidare i lavori in subappalto
  • la possibilità di sostituire il Dgue con formulari standard nelle gare gestite con procedure telematiche, che dovrebbero risultare più semplici da compilare
  • l’eliminazione dell’obbligo di procedere tramite Centrali di Committenza, unioni di comuni o stazioni uniche appaltanti per i comuni non capoluogo in possesso della qualificazione di stazione appaltante. I Comuni non capoluogo potranno gestire da soli le procedure di gara di maggior rilievo, senza ricorrere a centrali uniche di committenza o stazioni uniche appaltanti.