art.40

Quando l'obbligo normativo si trasforma in punto di forza

Articolo 40 del Nuovo Codice degli Appalti Pubblici: chi non ne ha sentito parlare? Il 18 ottobre sancisce, per tutte le Pubbliche Amministrazioni, il passaggio all’informatizzazione degli acquisti e alla digitalizzazione delle procedure. L’art. 40 del D.lgs. 50/2016 è il recepimento della Direttiva Europea 2014/24 che ha come obiettivo la promozione di trasparenza e tracciabilità nella gestione degli acquisti.

Proprio in questo periodo la maggior parte degli enti pubblici ha iniziato la fase di transizione per passare dalla gestione cartacea a quella digitale. Alcune PA hanno già avuto modo di utilizzare PRO-Q come nuovo sistema di gestione degli acquisti telematici.Tra queste troviamo ad esempio STP di Terra D’Otranto, società pugliese che si occupa di gestire il trasporto pubblico extraurbano della provincia di Lecce e sulle direttrici per Taranto e Brindisi, che da ottobre 2018 ha iniziato a usare la nostra piattaforma di e-Procurement PRO-Q.

La società aveva la necessità di dotarsi di una piattaforma velocemente implementabile che gli permettesse di adempiere all’obbligo normativo e che portasse dei miglioramenti concreti ai processi aziendali.

articolo 40 appalti pubblici 

PRO-Q è stata la risposta a tutte le loro esigenze: i tempi di implementazione sono inferiori ai 6 giorni lavorativi, l’integrazione con ANAC è automatizzata e CIG e SmartCIG sono acquisiti direttamente dalla piattaforma. Il sistema provvede inoltre all’auto compilazione del Documento di Gara Unico Europeo, riducendo gli oneri amministrativi e burocratici.

Risultato? STP di Terra D’Otranto è riuscita a indire la prima gara telematica proprio a ottobre, il mese stesso di acquisizione della soluzione, velocizzando la fase di valutazione delle gare e garantendo la trasparenza richiesta alle Pubbliche Amministrazioni in merito alle attività di e-Procurement.

In un’ottica di industria 4.0 e di informatizzazione dei processi STP di Terra D’Otranto è l’esempio perfetto per testimoniare gli effettivi vantaggi che derivano da una gestione telematica degli acquisti, che vanno ben oltre il semplice adeguamento al Nuovo Codice degli Appalti Pubblici. Si inseriscono infatti in una visione più grande che prevede un maggiore controllo sulle procedure e un risparmio totale stimato per la Pubblica Amministrazione pari a circa 6 miliardi di euro

Vuoi cambiare anche tu la gestione degli acquisti nella tua azienda? Scrivici a info@pro-q.it o contattaci allo 041 2525811.

ATER Venezia si digitalizza con PRO-Q

ATER Venezia si affida a PRO-Q per la gestione telematica dei suoi acquisti.

ATER, Agenzia Territoriale per l’Edilizia Residenziale, opera su tutto il territorio della Provincia di Venezia nel settore dell’edilizia residenziale. In particolare si occupa di edilizia sociale, dalla progettazione alla realizzazione di tutti quegli interventi necessari a soddisfare le necessità di coloro che non possiedono i mezzi economici per potersi rivolgere al mercato immobiliare privato.

In vista dell’obbligo normativo dettato dall’art. 40 del Nuovo Codice dei Contratti Pubblici – D.lgs. 50/2016 –, l’azienda si è messa alla ricerca di una soluzione telematica per la gestione dei loro fornitori e delle procedure d’acquisto.

 Dal 18 ottobre 2018 infatti tutte le Pubbliche Amministrazioni sono obbligate a gestire gli acquisti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici.  

ATER Venezia 

La loro esigenza era quindi quella di dotarsi di una piattaforma in grado di assicurare il rispetto degli adempimenti normativi in tema di Appalti pubblici e capace di integrarsi con i sistemi aziendali già in uso.

PRO-Q si è dimostrato il prodotto ideale per le necessità di ATER. Con la sua architettura modulare personalizzabile e la conformità alla normativa italiana ed europea garantisce all’azienda uno strumento per ottimizzare la gestione degli acquisti.

 

Se anche tu stai cercando una piattaforma telematica su misura come PRO-Q, scrivi a info@pro-q.it o compila il form dedicato.